Torino, agosto 2017

Verbali della riunione del FOMC di luglio

Da pochi giorni sono usciti i “FOMC minutes” (verbali della riunione del FOMC – Federal Open Markets Committee) del mese di luglio.

Ecco i punti cruciali che possiamo riassumere:

  • le condizioni finanziarie sono ancora troppo accomodanti, è stato necessario e sarà  necessario un ulteriore inasprimento delle politiche monetarie;
  • molti funzionari credono che l’inflazione potrebbe rimanere ancora bassa per un certo periodo di tempo, anche se questo non dovrebbe destare troppe preoccupazioni;
  • la maggior parte dei funzionari crede che l’inflazione aumenterà nei prossimi anni;
  • la maggior parte dei funzionari ipotizza che nel prossimo incontro (settembre) potrebbe essere annunciato l’inizio dell’alleggerimento del bilancio della FED;
  • i recenti rialzi dei mercati azionari sono motivo di preoccupazione (Janet Yellen, presidente FED);
  • il mercato dei fondi commerciali desta molta preoccupazione (Eric Rosengren presidente FED di Boston).

E poi due punti fondamentali.

Primo

The easing of financial conditions meant that the economic effects of the Committee’s actions in gradually removing policy accommodation had been largely offset by other factors influencing financial markets, and that a tighter monetary policy than otherwise was warranted.

Ovvero: l’allentamento delle condizioni finanziarie ha comportato che gli effetti economici delle azioni del Comitato nel rimuovere gradualmente politiche accomodanti sono state in gran parte compensate da altri fattori che influenzano i mercati finanziari e che una politica monetaria più severa era giustificata.

In altre parole: la FED sta inasprendo le politiche monetarie e continuerà a farlo perchè le condizioni finanziarie sono troppo accomodanti e i mercati finanziari non reagiscono come dovrebbero alle spinte ribassiste delle politiche monetarie fin’ora attuate.

Secondo

The staff provided its latest report on potential risks to financial stability, indicating that it continued to judge the vulnerabilities of the U.S financial system as moderate on balance. This overall assessment incorporated the staff’s judgment that, since the April assessment, vulnerabilities associated with asset valuation pressures had edged up from notable to elevated, as asset prices remained high or climbed further, risk spreads narrowed, and expected and actual volatility remained muted in a range of financial markets.

Ovvero: lo staff ha fornito la sua ultima relazione sui potenziali rischi per la stabilità finanziaria, indicando che ha continuato a valutare le vulnerabilità del sistema finanziario degli Stati Uniti in un equilibrio moderato. Questa valutazione globale ha incluso il giudizio del personale secondo cui, a partire dalla valutazione di aprile, le vulnerabilità associate alle pressioni sui prezzi degli asset (azioni e obbligazioni) sono salite da notevoli a elevate, dal momento che i prezzi degli asset sono rimasti elevati o sono saliti ulteriormente, gli spread dei rischi si sono ridotti e la volatilità attesa e attuale è rimasta immutata.

In altre parole: il mercato è un po’ troppo esuberante e noi cercheremo di farlo scendere.

Verbali della riunione del FOMC di luglio
Dai il tuo voto
Giovanni Bajetto
Seguimi

Giovanni Bajetto

Consulente in Tokos
Consulente finanziario, gestore dei portafogli clienti e web manager della società.
Giovanni Bajetto
Seguimi

Ultimi articoli di Giovanni Bajetto (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo e-mail non verrà reso pubblico. I campi obbligatori sono contrassegnati con un *

Commenta